I 7 errori più comuni nel lavarsi i denti 

I 7 ERRORI PIÙ COMUNI NEL LAVARSI I DENTI

Dal lavare i denti al bere acqua filtrata. Ecco i 7 errori più comuni nel lavarsi i denti:

1- Risciacquare i denti subito dopo il lavaggio. Limitarsi a sciacquare i denti per fare in modo che il fluoro del dentifricio resti sui denti è molto consigliato; in caso contrario non si permetterebbe al dentifricio di ricreare un ambiente ottimale all’interno della bocca.

2- Lavare i denti subito dopo il pasto. Per ripristinare il pH naturale della bocca è meglio aspettare a lavarsi i denti dato che cibi e bevande acide indeboliscono lo smalto dei denti.

3- Spazzolate vigorose. Spazzolare con troppa forza o troppo velocemente ha un effetto abrasivo sui denti che, a lungo andare si rovinano. Per questo sono sempre preferiti gli spazzolini a setole morbide che agiscono in maniera più delicata.

4- Spazzolarsi troppo poco. Metterci meno tempo nel lavarsi i denti significa lasciare residui di tartaro cibo o rischiare di macchiarli senza contare che la fretta induce ad applicare più pressione sullo spazzolino andando a rovinare lo smalto.

5- Mangiare troppo spesso. Generalmente la saliva ci mette cinque minuti per ristabilire l’equilibrio del pH all’interno della bocca; continuando a sgranocchiare si andrà a creare un ambiente acido per molto più tempo di quel che si dovrebbe, creando così una situazione di danneggiamento.

6- Bere acqua filtrata. Questo significa disperdere gli importanti sali minerali che contiene, tra cui ad esempio il fluoro, privando così i denti di un valido alleato.

7- Trascurare la parte posteriore dei denti. Questo solitamente viene fatto per comodità o per velocità ma non va affatto bene. La placca si accumula anche nei denti posteriori quindi è bene spazzolare accuratamente tutti i denti.